Troia cadeva: era l’11 giugno di 3204 anni fa

Troia cadeva: era l’11 giugno di 3204 anni fa per mano degli Achei (Greci).

La mitologia narra che all’origine della guerra ci fosse una storia d’amore irrinunciabile tra Paride, principe troiano, ed Elena, moglie di Menelao, la donna più bella del mondo. Ma all’origine dell’origine sempre la mitologia narra di un torto, fatto da Paride alle dee Era ed Atena. Il caso è presto detto.

Il casus belli

Per le nozze di Peleo e Teti (futuri genitori di Achille) si era organizzata una grande festa a cui erano stati invitati tutti gli dei tranne Eris, dea della discordia, (e chi la voleva!!!). Per questo lei, furiosa, meditò la vendetta. Lanciò sul tavolo una mela d’oro con una dedica “Alla più bella”. A contendersela, come delle scolarette, furono Era, dea degli dei, Atena dea della saggezza (da quel momento ci è venuto qualche dubbio) ed Afrodite dea dell’amore. Era ed Atena con tutto ciò non avrebbero dovuto impazzarsi ma, ahimè, la vanità femminile ebbe la meglio.

Partirono per rivendicare ognuna la propria leadership: il boccone amaro sarebbe toccato a Zeus.  Alla vista delle tre, Zeus si ritrasse sul trono, ma il trono finì e lui, suo malgrado, dovette ascoltarle.

Zeus tiene la posizione del super partes

Zeus, già esperto nell’arte del politically correct, si astenne. La sfida dunque fu rimandata a Paride, giovane principe troiano, belloccio e ringalluzzito dall’attenzione delle tre dee su di lui, il quale fece finta di concentrarsi per un po’, sguardo sui tre volti, sguardo sulla mela, conta dei benefici promessi dalle tre vip e poi…..scelse Afrodite che gli aveva promesso l’amore della donna più bella del mondo!!!!!!!

La scelta di Paride e l’amore per Elena

C’era da aspettarselo. La giovinezza scelse l’amore, il sesso, i sensi!!! Già, anche oltre 3000 anni fa funzionava così!!!!Era ed Atena velenose si ritrassero perdenti ma, come tutte le donne offese, non dimenticarono!!!!! Capitò che Ettore e Paride, mandati dal padre Priamo in Grecia conoscessero Menelao e la sua sposa, Elena appunto!

L’amore tra Paride ed Elena scoppiò e parola di dea si compì!!!!! Irresponsabili come solo gli innamorati pazzi possono essere fuggirono.

Quando Ettore venne a scoprire la presenza dell’intrusa sulla nave avrebbe voluto gettare fuori bordo i due ma, per amore fraterno, portò a Troia il fratello obnubilato dall’amore e la donna più bella del mondo!!!!

Menelao tradito organizza la guerra

Menelao “mazziato e cornuto” si direbbe in Sicilia, andò dal fratello Agamennone e i due per salvaguardare l’onore degli Atridi organizzarono una guerra a cui parteciparono Achille, ormai grande, l’astuto Ulisse e tutti i principi Achei.

Il Proemio

Il resto lo si trova egregiamente narrato da Omero nel suo capolavoro, il poema epico Iliade il cui Proemio credo sia stato memorizzato da tutte le generazioni di scolari italiani….

«Cantami, o Diva, del Pelìde Achille
l’ira funesta che infiniti addusse
lutti agli Achei, molte anzi tempo all’Orco
generose travolse alme d’eroi,
e di cani e d’augelli orrido pasto
lor salme abbandonò (così di Giove
l’alto consiglio s’adempìa), da quando
primamente disgiunse aspra contesa
il re de’ prodi Atride e il divo Achille.»

Ricordo personale

Un giorno la mia compagna di banco ripetendo a memoria davanti alla maestra soddisfatta tutto il Proemio scandì bene queste parole…Cantami o Diva dei peli di Achille….

Non si seppe mai se fece apposta o se davvero i peli di Achille furono il primo approccio alla pubertà, ma le risate furono a bocche larghe!!!!!

Troia consacrata con i suoi eroi alla fama eterna

Troia cadeva: era l’11 giugno di 3204 anni fa per mano degli Achei (Greci). Per tornare a noi La mitologia propone da oltre 30 secoli la sua versione dei fatti; storici e studiosi indicano come responsabili della guerra di Troia, le cause commerciali: i Greci volendo espandere i loro commerci nel Mar Nero dovevano conquistare il passaggio sul Bosforo controllato da Troia e dalle città con cui era alleata.

Sarà l’archeologo tedesco Heinrich Schliemann nel secolo XIX a svelare i misteri di Troia, una città caduta e ricostruita ben 9 volte la cui vita va dal 2920 a.C all’85 a.C ma la cui fama vola alta ancora nei nostri cieli.